Calendario Agonistico ASIVA 2015 2016
News / Circolari
06/12/2017

TRACCIATURE, ARBITRI e ASSISTENTI ARBITRI 2018

Elenco dei Club incaricati per le tracciature delle seconde manche sci alpino e elenco arbitri e assistenti arbitri.

04/12/2017

Calendari 2017-2018

Calendari 2017-2018

24/11/2017

POLIZZA ASSICURATIVA VITTORIA

Circolare Polizza Assicurativa Vittoria

Regione Autonoma Valle d'Aosta
Memoria Pietro Fosson
Fiocchi
 
Kia Motors
L'Arca assicurazioni
Ronc
Traforo del Monte Bianco

I Centri giovanili di sci alpino vengono individuati tramite la determinazione di uno specifico punteggio tra i Clubs affiliati al Comitato operanti nelle località dove sussistono tutte le premesse necessarie all’alta specializzazione agonistica giovanile.

Centri regionali di specializzazione ASIVA
    - S.C. AOSTA ASD   Responsabile FOSSON Umberto
    - SKI CLUB CHAMOLÉ ASD   Responsabile PRATI Cesare
    - S.C. CRAMMONT M. BLANC ASD  Responsabile ROSSI Luca
    - S.C. COURMAYEUR M. BIANCO ASD  Responsabile PICCHIOTTINO Rudi
    - SKI CLUB PILA ASD   Responsabile VIERIN Alessandro
    - ASD CLUB DE SKI VALTOURNENCHE  Responsabile CARROZZA Manuel 
    - S.C. LA THUILE RUTOR ASD  Responsabile JACQUEMOD Samuele
    - ASD S.C. GRESSONEY M. ROSA  Responsabile STEVENIN Walter
    - S.C. VAL D’AYAS ASD   Responsabile FAVRE Manuel
    - S.C. MONT GLACIER ASD   Responsabile MERLO Paolo  
 
REGOLAMENTO CENTRI GIOVANILI
SCI ALPINO
1) COSTITUZIONE
Vengono individuati fra i Club operanti nelle singole località, dove sussistono tutte le premesse necessarie  all’alta specializzazione agonistica giovanile dei settori quali: doti fisiche, morali e tecniche dei giovani, idoneità delle località per terreno, impianti, innevamento e dove esistono serie garanzie per i competenti organi regionali (ASIVA) quali responsabilità e allenatori nelle località stesse.

2) CRITERIO PER L’INDIVIDUAZIONE DEI CENTRI DI SPECIALIZZAZIONE
Saranno classificati come Centri i primi 10 Club che avranno totalizzato la maggior somma di punti, assegnati con le modalità di cui al punto 8.

3) SCOPO
Hanno lo scopo di specializzare tecnicamente ed agonisticamente i migliori giovani selezionati e appartenenti alle diverse Società sportive, regolarmente affiliate alla FISI con sede nelle località e nelle valli prescelte, al fine di costituire sempre validi rincalzi alle squadre regionali.

4) ORGANI DIRETTIVI
Commissione Tecnica ASIVA “Franco Berthod” 
Direttore Agonistico - Ottavio Bieller
Responsabile dei Centri e Responsabile Tecnico categoria Giovani - Giuseppe Butelli
Responsabile Tecnico categoria Children e Pulcini - Ettore Mosca Barberis

5) COLLABORATORI
Sono: Allenatore dei Centri:
persona in possesso della qualifica rilasciata dalla FISI
Sono: Aiuto allenatore:
persona in possesso della qualifica rilasciata dalla FISI

OGNI CENTRO DOVRÁ ASSICURARE LA DISPONIBILITÁ GRATUITA DEL PROPRIO ALLENATORE ALMENO A UN RADUNO O A UNA TRASFERTA DELLA SQUADRA REGIONALE OLTRE AL CAMPIONATO ITALIANO ALLIEVI e RAGAZZI. A fronte della mancata disponibilità di cui sopra, il Centro verrà penalizzato con una ammenda pari al 50% della propria quota fissa.

6) RESPONSABILITÁ
La responsabilità del funzionamento dei Centri è demandata alla Commissione Tecnica ASIVA “Franco Berthod”. 

7) DURATA E FUNZIONAMENTO
L’organizzazione  del   Centro  avrà   una   durata   media   dal   1° luglio   dell’anno in corso al 15 aprile dell’anno successivo.
Detto periodo prevede la preparazione ginnica e sciistica estiva/autunnale e l’attività agonistica invernale. I giorni di lavoro settimanali dovranno essere almeno QUATTRO più la domenica nel  periodo invernale.

8)  AMMINISTRAZIONE E PUNTEGGI
Al Centro verrà assegnato un contributo annuale concordato ed approvato dai competenti Organi Regionali. L’assegnazione dei contributi ai Centri sarà comunque deliberato dal Consiglio Direttivo in base alle disponibilità finanziarie. 
Il contributo per ogni Centro, qualora venga erogato, sarà costituito da una quota fissa così stabilita:
- da 0 a 500 punti Euro 155,00=
- da 501 a 1.005 punti Euro 360,00=
- oltre i 1.006 punti Euro 520,00=

La somma restante da attribuire per punteggi di merito corrisponderà al conteggio ottenuto dalle seguenti operazioni: si dividerà la somma rimanente del contributo stanziato dal Comitato per il totale dei punti ottenuti dai Centri; ciò determinerà il valore di un punto (coefficiente). Detto coefficiente verrà a sua volta moltiplicato per il punteggio ottenuto da ogni Centro; ora la cifra ottenuta, sommata alla quota fissa, determinerà il contributo annuale del Centro.

I punteggi verranno assegnati come di seguito in base alle seguenti categorie: GIOVANI – ALLIEVI – RAGAZZI. Gli atleti valdostani appartenenti ai Gruppi Sportivi Militari, qualora partecipino alle gare regionali, porteranno i punti al Club di provenienza. Saranno conteggiate per i punti anche le gare dei Campionati Italiani di categoria (ragazzi, allievi, aspiranti e giovani), compresa la gara di combinata. Tutte le altre gare non rientreranno nel conteggio complessivo. 
Punteggio assegnato (Tabella di Coppa del Mondo) 

Posizione Punti Posizione Punti Posizione Punti
100 11° 24 21° 10
80 12° 22 22° 9
60
13° 20 23° 8
50 14° 18 24° 7
45 15° 16 25° 6
40 16° 15 26° 5
36 17° 14 27° 4
32 18° 13 28° 3
29 19° 12 29° 2
10° 26 20° 11 30° 1

9) AMMISSIONE
Il Centro svolge l’attività nell’ambito del settore giovanile. Il numero complessivo dei giovani deve essere un minimo di 10 unità regolarmente tesserati FISI, per l’anno agonistico in corso, tramite il Club titolare del Centro e avere il certificato di idoneità medico sportiva. Possono far parte dei Centri anche atleti non appartenenti ai Club nei quali gli stessi si identificano. Tali atleti fanno parte integrante del Centro, ivi compresa l’assistenza tecnica nelle competizioni alle quali parteciperanno. Gli accordi per le quote di partecipazione ed eventuali rimborsi per il disagio di trasporto saranno stabiliti all’inizio dell’attività tra i Club titolari del Centro e il Club degli atleti aggregati.

10) PROGRAMMAZIONE
I programmi di massima sono predisposti dagli organi tecnici dell’ASIVA sia per la preparazione atletica, sia per quella sciistica. L’allenatore del Centro dovrà sviluppare i programmi adeguandosi alle necessità locali. A tale scopo verranno organizzate apposite riunioni tecniche di aggiornamento alle quali dovranno partecipare gli allenatori dei Centri e saranno coordinate dagli allenatori delle squadre ASIVA. 

11) RELAZIONI TECNICHE
Entro il 31 MAGGIO di ogni anno gli allenatori dei Centri dovranno far pervenire alla Commissione Tecnica sci alpino l’apposito modulo predisposto dal Comitato, inerente l’attività svolta dal proprio Centro.

12) IMPEGNI DEI CENTRI
Ogni Centro dovrà organizzare per ogni stagione agonistica una o più gare delle categorie Giovani, Allievi e Ragazzi. I Centri che non organizzeranno almeno una gara del calendario giovanile delle categorie predette, per ogni stagione agonistica, verranno penalizzati con una ammenda pari al 100% della propria quota fissa. Le gare di DISCESA LIBERA dovranno possibilmente ogni anno avvicendarsi tra i Centri. Ogni Centro dovrà poi ricercare massime facilitazioni sugli impianti di risalita e cercare di ottenere da parte della locale Scuola di sci il maggior contributo possibile di aiuto e collaborazione.

13) RESPONSABILI
Gli allenatori Responsabili dei Centri dovranno essere in possesso della qualifica di Allenatore rilasciata dalla FISI.

 
Copyright © 2005
 
 
Sci Alpino, Sci Nordico, Biathlon, Slittino, Snowboard, Sci Alpinismo, Freestyle in Valle d'Aosta