Calendario Agonistico ASIVA 2015 2016
News / Circolari
15/06/2017

SQUADRE ASIVA...

Elenco delle Squadre Asiva per la stagione 2017-2018

08/06/2017

PREMIAZIONI ASIVA 2016/2017

Premiazioni stagione 2016/2017

01/06/2017

BORSE DI STUDIO BCC VALDOSTANA 2016-17

Bando di concorso e domande per borse di studio Banca di Credito Cooperativo Valdostana

Regione Autonoma Valle d'Aosta
Memoria Pietro Fosson
Fiocchi
 
Ellebi Elettronica
Ronc
Birra Moretti Zero

Sede, colori sociali, denominazione, organi e referenti

  • Sede: Comando regionale dei vigili del fuoco della Valle d’Aosta, ” Corso Ivrea, 133 – 11100 Aosta;
  • Colori sociali: Rosso;
  • Denominazione: Gruppo Sportivo VVF G. Godioz Associazione Sportiva Dilettantistica;
  • Organi: Assemblea generale dei soci – il Presidente – il Consiglio Direttivo;
  • Referenti: m.brunod@regione.vda.it

Storia

Il G.S. “G. Godioz”, costituito il 11 novembre 1960 ed affiliato all’ASIVA dallo stesso anno , porta il nome del Vigile del Fuoco “Giuseppe GODIOZ” fucilato, durante la seconda guerra mondiale, dai nazi-fascisti a Leverogne nel Comune di Arvier. Il vigile in divisa, al termine del proprio turno di servizio, s’imbatté in una rappresaglia dei nazifascisti. I soldati si accingevano a fucilare 13 persone tra le quali suo padre. Giuseppe GODIOZ chiese ed ottenne di sostituirsi al padre nella fucilazione.

Sino all’istituzione della legge regionale 19 marzo 1999, n°7, con la quale la Regione Autonoma della Valle d’Aosta istituì il Corpo valdostano dei vigili del fuoco, i vigili del fuoco valdostani facevano parte del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. A quel tempo, in Italia, il G.S. Godioz e il Gruppo Sportivo VVF di Belluno erano gli unici Gruppi Sportivi dei vigili del fuoco autorizzati a svolgere attività agonistiche nelle sezioni sci nordico, biathlon e slittino.

Presidenti

ABBRESCIA Carlo

1961

1976

BADINO Gian Piero

1977

2001

CORIALE Salvatore

2001

2003

CHAMPVILLAIR Romano

2003

2007

BERTELLI Claudio

2007

ad oggi

Obiettivi

Il G.S, che ormai vanta un’attività quasi cinquantennale, persegue molteplici obiettivi contemplati sullo statuto, tra i quali:

  • Lo sviluppo e la diffusione di attività sportive connesse alle discipline contemplate dalla F.I.S.I, intese come mezzo di formazione psico-fisica e morale dei soci, mediante la gestione di ogni altro tipo di attività motoria e non, idonea a promuovere la conoscenza e la pratica di ogni citata disciplina;

Inoltre il G.S. G. Godioz:

  • Promuove e diffonde tra il personale del Corpo valdostano dei vigili del fuoco, sia esso in servizio che in congedo, la pratica dello sport attivo, favorendo la socializzazione all’interno del personale;
  • Eleva le capacità psico-fisiche del personale ai fini di promuovere e formare squadre sportive in rappresentanza di grandi Unità e di Comandi/Enti dei vigili del fuoco o di altre forze;
  • Programma e organizza manifestazioni sportive ricercando ogni conveniente sinergia con gli Enti, Società sportive e con altre realtà “senza fini di lucro”;
  • Definisce, attraverso la selezione ed altre attività, la scelta dei componenti delle rappresentative del Corpo da inviare alle più importanti manifestazioni amatoriali nazionali e internazionali;
  • Provvede alla formazione e l’aggiornamento tecnico sportivo dei propri tecnici e atleti;
  • Promuove proficui rapporti tra la collettività esterna e il CVVVF, consentendo l’ammissione all’Associazione anche a personale non appartenente al Corpo valdostano dei vigili del fuoco.

Atleti distintisi negli anni:

Tra i numerosi atleti che negli anni hanno fatto parte del Gruppo sportivo, si rammentano per essersi distinti nelle diverse discipline:

Sci nordico:

  • Elviro BLANC e Attilio LOMBARD: parteciparono alle Olimpiadi di Sapporo del 1972;
  • Giovanni GUALA, Alessio GONTIER e il compianto Franco BLANC: hanno ottenuto ottimi piazzamenti nelle gare internazionali e nazionali;
  • Gaudenzio GODIOZ: durante l’appartenenza al settore giovanile ha ottenuto ottimi risultati a livello mondiale;
  • Najara ASPESI: ha fatto parte della squadra nazionale.

Biathlon:

  • William GUALA, Simone JEANTET, Paolo BIONAZ, Germaine ROULLET, Elisa BOSONETTO, Elena CHAMPVILLAIR: si sono distinti a livello internazionale nel settore giovanile;

Slittino:

  • Corrado HERIN e Almir BETEMPS: nel doppio, su pista naturale, la coppia ha vinto i campionati mondiali 1986 e 1992 e la coppa del mondo 1994. Corrado HERIN, nel singolo è stato vice campione mondiale nel 1990;
  • Giuseppe GONTIER: è stato istruttorenazionale di sci nordico, nonché skimandi Stefania BELMONDO, atleta della squadra nazionale A di sci nordico;
  • Alessio GONTIER, Giovanni GUALA, Edy GUALA: sono stati allenatori del settore giovanile del gruppo sportivo;
  • Edy GUALA è stato l’allenatore e lo skiman della squadra nazionale junior di biathlon. Attualmente è l’allenatore e il preparatore Asiva nella disciplina biathlon.

Preparazione

Il lavoro è svolto in modo ludico sportivo, organizzando corsi di fondo, discesa, arrampicata e trekking in montagna. L’allenamento è teso a creare adattamenti fisici e psicologici necessari per preparare in modo ottimale l’atleta e migliorarne le prestazioni. Inoltre la preparazione si suddivide in un periodo generale, seguito da un periodo speciale. Ogni periodo, inserito in particolari fasi dell’anno ha una durata ben definita e obiettivi differenziati. Nel periodo generale l’attività viene indirizzata principalmente verso uno sviluppo multilaterale delle capacità motorie. In questa fase il lavoro quantitativo prevale su quello qualitativo, in quanto l’obiettivo principale risiede nella creazione di una base capace di supportare il lavoro dei periodi successivi. A causa delle sue peculiarità, il periodo generale corrisponde in gran parte al periodo estivo in cui i giovani hanno la maggior disponibilità di tempo libero poiché liberi da impegni scolastici. Nel periodo speciale la preparazione specifica gioca un ruolo fondamentale nella struttura generale dell’allenamento, la cui qualità viene progressivamente elevata fino all’arrivo del periodo agonistico. Ad esempio, viene inserita la preparazione con gli ski roll per curare nei minimi dettagli il gesto tecnico ed atletico. Per gli atleti più evoluti, la preparazione può essere svolta sui ghiacciai per migliorare le qualità fisiche. Nel periodo agonistico la preparazione viene affrontata quasi esclusivamente con gli sci o con gli ski roller in mancanza di neve. Le competizioni sono tese, inoltre, allo sviluppo delle capacità motorie dei giovani.

 
Copyright © 2005
 
 
Sci Alpino, Sci Nordico, Biathlon, Slittino, Snowboard, Sci Alpinismo, Freestyle in Valle d'Aosta